Anno scolastico 2013/2014

Giunta al IV anno di attività nel biennio 2013-2014 la Scuola ha aperto due nuove sedi a Lecce e a Bari. La sua struttura si è radicata dunque sempre di più sul territorio, aprendo nuove collaborazioni con enti di formazione e teatrali, che garantiscono una sempre maggiore specializzazione dell’offerta.

Talìa ha un forte legame con il territorio e si pone come obiettivo quello di essere un centro di convergenza delle professionalità e delle vocazioni culturali di questa terra, mettendo a disposizione gli strumenti che permettono di scoprire e perfezionare talenti. La Scuola è aperta a giovani e adulti che vogliono scoprire il teatro e se stessi attraverso l’arte, ma anche a chi ha già incominciato un percorso artistico e vuole specializzarsi attraverso una formazione d’eccellenza.

Questo quarto anno ha visto per la classe di Brindisi l’importante debutto di Arlecchino di Carlo Goldoni, una rilettura non stereotipata delle maschere che ha riscosso un enorme successo, tanto da essere richiesto e replicato in tutta la Puglia a due anni dal debutto. Uno spettacolo di fine anno ampiamente rodato tanto da aver fatto acquisire agli allievi-attori una consapevolezza ed un alto livello di maturità semi-professionale.

Per la classe barese, invece, è stata messa in scena presso il Nuovo Teatro Abeliano un’intensa rilettura del Don Giovanni tratto da Molière, tradotta in chiave più contemporanea, ma non per questo quotidiana e banale.

Mentre per la classe di Lecce sono stati eseguiti i Versi di…viniletture ed interpretazioni dense e appassionate di poesie del Novecento italiano, spettacolo recensito dal Tg di Rai3.