Artas e Shadak 
ovvero l’amore che rese grandi i messapi

Di Anna Piscopo

Regia: Maurizio Ciccolella
Gruppo Mòtumus/Talìa Scuola d’arte drammatica Puglia

Progetto vincitore dell’avviso, emanato dal Gal Terra dei Messapi, Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 – ASSE III – Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell’economia rurale – Misura 313 az. 2- Creazione di centri di informazione turistica Attività 2.1 – Realizzazione di una rappresentazione teatrale

Sinossi

“Una mattina di tanto tempo fa, tre ragazze stanno filando nel cortile del palazzo di Creta e filando si raccontano i sogni fatti durante la notte. Una di loro dice di aver sognato che ha preparato un grande pranzo, a cui tutto il mondo era invitato . Un’altra che ha tessuto una grande vela per la nave del re. E l’ultima che ha partorito un eroe. Il principe di Creta passa, origlia, le sente e siccome deve scegliere una sposa per diventare re, le chiama a sé e conferisce alla prima il titolo di cuoca di corte, alla seconda quello di tessitrice di corte, mentre alla terza, che ha sognato di partorire un eroe, decide di chiedere la mano”.