CANDIDO Liberamente ispirato al Candido di Voltaire

Scritto da Antonio De Mattia
Regia di Maurizio Ciccolella
Con Marco Pezzella Liliana Putino Mino Profico Marco Antonio Romano

Qual è il migliore dei mondi possibili? Quello che ci ostiniamo a cercare in un altrove sempre spostato nel tempo e nello spazio?
Quello di cui ci accontentiamo nella realtà o quello che altri hanno preparato per noi?
Ma anche: che cosa è il mondo? L’intero universo, lo spazio, noi stessi?

Da queste domande parte “Candido”. Viaggiatore di mille avventure, sventurato e fortunato, giovane ingenuo e pronto a tutto.
In una giostra di personaggi e situazioni al limite del verosimile, ma non troppo distanti dal possibile, Candido è educato a non vedere, a non leggere la realtà; eppure essa gli sbatte contro in tutta la sua crudezza, lo avvolge e si rende allo sguardo. Al suo e al nostro, per misurare senza veli che cosa è il qui e cosa l’altrove.